Hvað á að gera í Mílanó

  • Hvað á að gera í Mílanó

Dómkirkjan í Mílanó - Dómkirkjan í Milan

Hvað á að gera í Mílanó

Dómkirkjan í Mílanó er kirkja, tákn um Lombard höfuðborgina og eitt af táknum Ítalíu, tileinkað Santa Maria Nascente, sem staðsett er í torginu með sama nafni, í miðbæ Metropolis. Með yfirborði er það þriðja kaþólska kirkjan í heiminum eftir St Péturs í Vatíkaninu og dómkirkjunni í Sevilla.

Mílanó dómkirkjan er dómkirkjan í Mílanó, Ítalíu. Dedicated til St Mary of the Nativity. Dómkirkjan tók næstum sex aldir til að ljúka. Það er stærsti kirkjan á Ítalíu (Stóri Péturs Basilica er í Vatíkaninu) og fimmti stærsti í heimi.

San Maurizio kirkjan í Maggiore klaustrinu

Hvað á að gera í Mílanó

San Maurizio al Monastero Maggiore er kirkja Mílanó frá upphafi kristinna uppruna, endurbyggð á sextándu öld og þegar heim til mikilvægustu kvenkyns klaustrið í borginni sem tilheyrir Benediktínu röðinni. Staðsett á horninu á milli Luini og Corso Magenta, er það innréttuð með miklum hringrás frescoes af Leonardesque skólanum og er nefnt "Sistine Chapel" í Mílanó eða Lombardy

San Maurizio í Maggiore klaustrinu er kirkja í Mílanó. Það var upphaflega fest við mikilvægustu kvenkyns klaustrið Benediktínar í borginni. Kirkjan í dag er notuð til að vera í Byzantine Rite, á grísku í samræmi við Italo-Albanska hefðina. Það er þekkt sem 'Sistine Chapel' 'í Mílanó.

Hvað á að gera í Mílanó

Galleria Vittorio Emanuele II

Hvað á að gera í Mílanó

La galleria Vittorio Emanuele II è una galleria commerciale di Milano che, in forma di strada pedonale coperta, collega piazza Duomo a piazza della Scala. Per la presenza di eleganti negozi e locali, fin dalla sua inaugurazione fu sede di ritrovo della borghesia milanese tanto da essere soprannominata il "salotto di Milano": costruita in stile neorinascimentale, è tra i più celebri esempi di architettura del ferro europea e rappresenta l'archetipo della galleria commerciale dell'Ottocento. Chiamata semplicemente "la Galleria" dai milanesi, viene spesso considerata come uno dei primi esempi di centro commerciale al mondo.

The Galleria Vittorio Emanuele II is one of the world's oldest shopping malls. Housed within a four-story double arcade in central Milan, the Galleria is named after Victor Emmanuel II, the first king of the Kingdom of Italy. The Galleria is often nicknamed il salotto di Milano (Milan's drawing room), due to its numerous shops and importance as a common Milanese meeting and dining place.The arcade principally contains luxury retailers selling haute couture, jewelry, books and paintings, as well as restaurants, cafés, and bars. The Galleria is famous for being home to some of the oldest shops and restaurants in Milan, such as Biffi Caffè (founded in 1867 by Paolo Biffi, pastry chef to the monarch), the Savini restaurant and the Art Nouveau classic Camparino in Galleria.

Castello Sforzesco / Sforza Castle

Hvað á að gera í Mílanó

Il Castello Sforzesco è uno dei principali simboli di Milano e della sua storia. Fu costruito nel XV secolo da Francesco Sforza, divenuto da poco Duca di Milano, sui resti di una precedente fortificazione risalente al XIV secolo. Fra il Cinquecento e il Seicento era una delle principali cittadelle militari d'Europa, ora è sede di importanti istituzioni culturali e meta turistica. È uno dei più grandi castelli d'Europa.

Sforza Castle is a castle in Milan, northern Italy. It was built in the 15th century by Francesco Sforza, Duke of Milan, on the remains of a 14th-century fortification. Later renovated and enlarged, in the 16th and 17th centuries it was one of the largest citadels in Europe. Extensively rebuilt by Luca Beltrami in 1891–1905, it now houses several of the city's museums and art collections.

Parco Sempione / Sempione Park

Hvað á að gera í Mílanó

Il Parco Sempione è una zona verde della città di Milano. Realizzato a fine Ottocento sull'area già occupata dalla Piazza d'armi, occupa un'area di 386 000 m², .Il nome deriva dal corso Sempione, il monumentale asse stradale realizzato in età napoleonica sul tracciato della storica via del Seprio, con la nuova porta Sempione erede dell'antica porta Giovia.

Parco Sempione ("Simplon Park") is a large city park in Milan, Italy. Established in 1888, it has an overall area of 38.6 hectares (95 acres), and it is located in the historic centre of the city. The park is adjacent to the gardens of the Sforza Castle and to the Arch of Peace, two of the main landmarks of Milan. The very design of the park, due to architect Emilio Alemagna, was conceived with the intent of creating panoramic views encompassing both monuments. A third prominent monument of Parco Sempione is the Palazzo dell'Arte ("Palace of Art"), built in 1933 and designed by Giovanni Muzio, which currently houses the Triennale di Milano art expo.

In the park are Arena Civica, the public aquarium, and the Torre Branca tower. The X Triennial Pavilion (1954) has been converted into a public library.

Brera / Brera District

Hvað á að gera í Mílanó

Brera è un quartiere di Milano appartenente al municipio 1.La zona si chiama così ricalcando il nome di via Brera. Il nome Brera deriva da braida: terreno incolto, ortaglia. Da questa parola deriva anche braidense, associato all'omonima biblioteca. Gli artisti che fin dal XIX secolo gravitavano attorno all'Accademia di Belle Arti hanno trasformato il quartiere in uno dei più caratteristici di Milano.

Brera is a district ("quartiere") of Milan, Italy. It is located within the Zone 1 (the historical core of the city) and it is centered on Brera street. The name stems from Medieval Italian "braida" or "brera", derived from Old Lombardic "brayda" (often Latinized as "praedium"), meaning a land expanse either cleared of trees or naturally lacking them. This is because around the year 900, the Brera district was situated just outside Milan's city walls and was kept clear for military reasons. The root of the word is the same as that of the Dutch city of Breda's name and the English word "broad".

Pinacoteca di Brera - Brera Art Gallery

Hvað á að gera í Mílanó

La Pinacoteca di Brera è una galleria nazionale d'arte antica e moderna, collocata nell'omonimo palazzo di Milano.

 

Il museo espone una delle più celebri raccolte in Italia di pittura, specializzata in pittura veneta e lombarda, con importanti pezzi di altre scuole. Inoltre, grazie a donazioni, propone un percorso espositivo che spazia dalla preistoria all'arte contemporanea, con capolavori di artisti del XX secolo.

 

The Pinacoteca di Brera ("Brera Art Gallery") is the main public gallery for paintings in Milan, Italy. It contains one of the foremost collections of Italian paintings, an outgrowth of the cultural program of the Brera Academy, which shares the site in the Palazzo Brera.

Via Monte Napoleone/ Il Quadrilatero d'Oro - The Golden Rectangle of Fashion

Hvað á að gera í Mílanó

Il Quadrilatero della moda è un quartiere del Municipio 1 di Milano in cui si concentrano gioiellerie, boutique e showroom di design e arredamento. Così chiamato perché idealmente delimitato da quattro strade famose per i numerosissimi negozi e studi delle firme più importanti della moda.

Il cuore del "Quadrilatero della moda" è via Montenapoleone, che risulta essere la quinta strada più costosa e prestigiosa al mondo secondo l'indice «Main streets across the world», che classifica le vie dello shopping più care al livello internazionale

The quadrilatero della moda ("fashion square"), or Via Montenapoleone fashion district, is a high-class shopping district in the centre of the Italian city of Milan, characterised by the presence of numerous boutiques and related retail outlets which represent most of the world’s major fashion houses.

This area is regarded by numerous experts in the fashion industry such as Vogue, to be one of the most or even the most important fashion district in the world.

The sides of the square, located to the south of the arches of Porta Nuova, are formed by Via Montenapoleone (SW), Via Manzoni (NW), Via della Spiga (NE), and Corso Venezia (SE).

Corso Buenos Aires – Buenos Aires Avenue

Hvað á að gera í Mílanó

Corso Buenos Aires è un'importante strada commerciale di Milano, con oltre 350 punti vendita di vari tipi di merce, un fatturato quotidiano complessivo tra i più alti al mondo e una media di centomila persone ogni giorno. Sviluppandosi in oltre 1600 metri, con orientamento nord-sud, si attesta come una delle passeggiate commerciali più lunghe d'Europa[2]. La sua conformazione ricorda la tipologia americana, soprattutto la Fifth Avenue di New York. La strada si estende da porta Venezia in piazza Oberdan, proseguimento rettilineo di Corso Venezia, fino a piazzale Loreto. L'intero corso Buenos Aires fa parte del Municipio 3. Vi si colloca il teatro Puccini, attuale sede della compagnia teatrale del Teatro dell'Elfo.

Corso Buenos Aires is a major street in north-eastern Milan, Italy. With over 350 shops and outlets, it features the highest concentration of clothing stores in Europe.[1] The architecture of the area is mostly late 19th- and 20th-century style; the street and its surroundings are pointed with several neo-classical and art nouveau buildings.

Due to the large number of shops, stores, and outlets, Corso Buenos Aires is one of the busiest streets of Milan; even more so during the Christmas holidays, when it sells most of the city's decorations. Unlike Via Montenapoleone and the surroundings of Piazza Duomo, that are specialized in high fashion and haute couture products, Corso Buenos Aires is generally more oriented towards mass products such as ready-to-wear type clothes.

Corso Vittorio Emanuele II

Hvað á að gera í Mílanó

Corso Vittorio Emanuele II, già corsia dei Servi, è una delle strade più importanti del centro di Milano. Collega piazza del Duomo a piazza San Babila. È parte di un'ampia zona pedonale (che comprende anche piazza Mercanti e via Dante). Vi si aprono numerosi negozi (soprattutto di abbigliamento) che lo rendono uno dei principali centri di acquisti cittadino.

Corso Vittorio Emanuele II is one of the most important streets in the center of Milan. Connects Piazza del Duomo to Piazza San Babila. It is part of a large pedestrian area (which includes Piazza Mercanti and Via Dante). There you will find several shops (especially clothing) making it one of the main city shopping centers.

Navigli – Navigli District / Vicolo dei lavandai / Darsena

Hvað á að gera í Mílanó

I navigli erano un sistema di canali navigabili e interconnessi all’interno di Milano.Il sistema era costituito da cinque canali: Naviglio Grande, Naviglio Pavese, Naviglio Martesana, Naviglio di Paderno, Naviglio di Bereguardo. Il tratto urbano del Naviglio Martesana venne coperto all'inizio del 1930, insieme con l'intero anello interno. Oggi, i canali sono per lo più utilizzati per l'irrigazione. Gli unici due canali che gestiscono un sistema di navigazione turistica collegata alla Darsena sono il Naviglio Grande e il Naviglio Pavese, diventando anche un polo della vita notturna.

 

The navigli were a system of navigable and interconnected canals around Milan.

The system consisted of five canals: Naviglio Grande, Naviglio Pavese, Naviglio Martesana, Naviglio di Paderno, Naviglio di Bereguardo. The first three were connected through Milan via the Fossa Interna, also known as the Inner Ring. The urban section of the Naviglio Martesana was covered over at the beginning of the 1930s, together with the entire Inner Ring. Today, the canals are mostly used for irrigation. The only two canals who operate a tourist navigation system connected to the Darsena are the Naviglio Grande and the Naviglio Pavese, also becoming a nightlife pole.

Colonne di San Lorenzo

Hvað á að gera í Mílanó

Le colonne di San Lorenzo sono un'antica costruzione di epoca tardo romana di Milano situate di fronte alla basilica omonima in prossimità della porta Ticinese medievale. Esse rappresentano uno dei rari reperti superstiti della Milano imperiale. Questo bianco e imponente monumento si trova in un punto nevralgico della città, tra il susseguirsi di negozi della centrale Via Torino, il verde del Parco delle due Basiliche – parco Vetra per i milanesi doc – e nel bel mezzo dello storico Corso di Porta Ticinese, dove nel tempo si sono create e alternate molte delle nuove e strane tendenze in fatto di moda e di stile.

A differenza della maggior parte delle attrazioni culturali cittadine, che per loro natura consentono ad abitanti e turisti di essere solo ammirate, o al massimo attraversate, le colonne di San Lorenzo sono fatte per essere vissute in diversi modi e a svariate ore del giorno e della notte.

 

The Columns of San Lorenzo is an ancient building of the late Roman era in Milan located in front of the basilica near the medieval Ticinese door. They represent one of the rare surviving artifacts of the imperial Milan. This white and imposing monument is the two basilicas - Vetra park for the Milanese doc - and in the middle of the historical Ticinese in a neuralgic point of the city, between the succession of the Central Shops Via Torino, the green of the park, which over time they have created and alternated many of the new and strange trends in fashion and style.

Unlike most of the city's cultural attractions, which by their nature to allow residents and tourists to just be admired, or at least go through the columns of San Lorenzo are made to be lived in different ways and at different times of the day or night .

Teatro alla Scala

Hvað á að gera í Mílanó

Il Teatro alla Scala, citato spesso in maniera informale come "la Scala", è il principale teatro d'opera di Milano. Considerato come uno dei più prestigiosi teatri al mondo, ospita da oltre 238 anni i principali artisti nel campo internazionale dell'opera, e, più in generale, della musica classica, spesso commissionando opere tuttora presenti nei cartelloni dei maggiori teatri nel mondo.Il teatro fu inaugurato il 3 agosto 1778 con L'Europa riconosciuta composta per l'occasione da Antonio Salieri e prese il nome dalla chiesa di Santa Maria alla Scala demolita per far posto al Nuovo Regio Ducal Teatro alla Scala.A partire dall'anno di fondazione è sede dell'omonimo coro, dell'orchestra, del corpo di Ballo, e dal 1982 anche della Filarmonica. Il complesso teatrale è situato nell'omonima piazza, affiancato dal Casino Ricordi, oggi sede del Museo teatrale alla Scala.

 

La Scala is an opera house in Milan, Italy. The theatre was inaugurated on 3 August 1778 and was originally known as the Nuovo Regio Ducale Teatro alla Scala (New Royal-Ducal Theatre alla Scala). The premiere performance was Antonio Salieri's Europa riconosciuta.

Most of Italy's greatest operatic artists, and many of the finest singers from around the world, have appeared at La Scala during the past 200 years. The theatre is regarded as one of the leading opera and ballet theatres in the world and is home to the La Scala Theatre Chorus, La Scala Theatre Ballet and La Scala Theatre Orchestra. The theatre also has an associate school, known as the La Scala Theatre Academy (Italian: Accademia Teatro alla Scala), which offers professional training in music, dance, stage craft and stage management.

Piazza Gae Aulenti

Hvað á að gera í Mílanó

Piazza Gae Aulenti è una piazza circolare sopraelevata, di 100 metri di diametro situata nel Centro Direzionale di Milano. Come dalla vicina piazza Alvar Aalto, anche da Gae Aulenti si può godere ottimamente dello skyline di Milano. Sono visibili le Torri Garibaldi e gli adiacenti grattacieli del Bosco Verticale, il palazzo della giunta regionale lombarda, la Torre Galfa, la Torre Servizi Tecnici Comunali, il Grattacielo Pirelli, le torri residenziali Solaria, Solea, Aria e una porzione della Torre Diamante. Oltre a ciò, dal livello della piazza è possibile avere una visione d'insieme imponente dell'Unicredit Tower, che con i suoi 231 metri è il grattacielo più alto d'Italia.Simbolo della Milano contemporanea, piazza Gae Aulenti è ambientazione di diversi spot e servizi fotografici, nonché di eventi musicali e sociali, anche grazie alla presenza dell'Unicredit Pavillion: spazio polifunzionale in legno e cemento al confine tra la piazza e i Giardini di Porta Nuova.

Piazza Gae Aulenti is a raised circular plaza, to 100 meters in diameter located in the Management Centre of Milan. As the nearby square Alvar Aalto, also by Gae Aulenti you can enjoy perfectly the Milan skyline. They can see the Garibaldi Towers and adjacent skyscrapers Vertical Forest, the palace of the Lombardy Regional Council, the Galfa tower, the Tower Municipal Technical Services, the Pirelli Tower, the residential towers Solaria, Solea, Air, and a portion of Diamond Tower.

Bosco verticale - The Certical Forest (skyscreapers)

Hvað á að gera í Mílanó

Il Bosco Verticale è un complesso di due palazzi residenziali a torre progettato da Boeri Studio (Stefano Boeri, Gianandrea Barreca e Giovanni La Varra) situato nel Centro Direzionale di Milano, ai margini del quartiere Isola.Peculiarità di queste costruzioni, ambedue inaugurate nel 2014, è la presenza di più di duemila essenze arboree, tra arbusti e alberi ad alto fusto, distribuite sui prospetti. Si tratta di un ambizioso progetto di riforestazione metropolitana che attraverso la densificazione verticale del verde si propone di incrementare la biodiversità vegetale e animale del capoluogo lombardo, riducendone l'espansione urbana e contribuendo anche alla mitigazione del microclima.A testimonianza del suo riconoscimento architettonico, il Bosco Verticale è risultato vincitore di numerose competizioni: oltre all'International Highrise Award, nel 2014, nel 2015 il Bosco Verticale si è aggiudicato il premio come «grattacielo più bello e innovativo del mondo», secondo il Council on Tall Buildings and Urban Habitat.

Bosco Verticale (Vertical Forest) is a pair of residential towers in the Porta Nuova district of Milan, Italy, between Via Gaetano de Castillia and Via Federico Confalonieri near Milano Porta Garibaldi railway station. They have a height of 111 metres (364 ft) and 76 metres (249 ft) and will host more than 900 trees on 8,900 square metres (96,000 sq ft) of terraces. Within the complex is also an 11-story office building; its facade does not host plants.The towers were designed by Boeri Studio.It also involved input from horticulturalists and botanists.The building was inaugurated in October 2014.

CITY LIFE – City Life District

Hvað á að gera í Mílanó

Gallerie d’Italia - Piazza Scala

Hvað á að gera í Mílanó

Gallerie d'Italia è l'insieme degli spazi espositivi realizzati da Intesa Sanpaolo per rendere disponibile il proprio patrimonio artistico e architettonico, insieme alle collezioni provenienti dalla Fondazione Cariplo di Milano, altro partner del progetto. La sede milanese è denominata Gallerie d'Italia - Piazza Scala o Gallerie di Piazza Scala e si trova in Piazza Scala, all'interno di Palazzo Anguissola Antona Traversi e di Palazzo Brentani. Lo spazio espositivo è stato inaugurato ufficialmente il 3 novembre 2011.

Galleries of Italy is the set of the exhibition spaces made by Intesa Sanpaolo to make available their artistic and architectural heritage, along with the collections from the Cariplo Foundation of Milan , another partner in the project. The Milan office is called in Italy Galleries - Piazza Scala or Gallerie di Piazza Scala and is located in Piazza Scala within Palazzo Anguissola and Palazzo Brentani.

Palazzo Clerici

Hvað á að gera í Mílanó

Palazzo Clerici era la dimora della ricca ed influente famiglia patrizia milanese dei Clerici, ed è situata a Milano, nell'omonima via. L'intervento di maggior impegno della campagna di abbellimento ha luogo negli anni quaranta del settecento con la commissione all'artista più affermato sulla scena, Giambattista Tiepolo, dell'affresco della Galleria degli Arazzi. Il pittore all'epoca si trovava a Milano impegnato negli affreschi delle cappelle della Basilica di Sant'Ambrogio, ed aveva già lavorato per il nonno del Marchese Clerici, Carlo Archinto, per il quale aveva realizzato l'importante ciclo di affreschi nel Palazzo di famiglia, distrutto durante la seconda guerra mondiale. La realizzazione dell'affresco avvenne a seguito di una lunga fase di progettazione, testimoniata da numerosi studi in parte pervenuti. La complessità dell'opera era in parte dovuta alla configurazione dell'ambiente, stretto ma estremamente lungo (5 metri di larghezza e 22 di lunghezza)[2]. Nella volta è rappresentata La corsa del carro del Sole tra le divinità dell'Olimpo, contorniata dalle Allegorie dei quattro Continenti e dalle Allegorie delle Arti.

La Triennale di Milano

Hvað á að gera í Mílanó

Inaugurato nel 2007, Triennale Design Museum è il primo museo del design italiano e ne rappresenta la molteplicità di espressioni. È un museo dinamico, che si rinnova continuamente e offre al visitatore sguardi, punti di vista e percorsi inediti e diversificati. Un museo non solo scientifico e rigoroso ma anche emozionale e coinvolgente. Diretto da Silvana Annicchiarico, Triennale Design Museum ogni anno mette in scena il design italiano attraverso un sistema di rappresentazioni che ogni anno cambiano tematiche, ordinamenti scientifici e allestimenti.

Attraverso la sua innovativa formula, il museo cerca di rispondere alla domanda Che Cosa è il Design Italiano?. All'interno del museo sono presenti due spazi permanenti: il Teatro Agorà, progettato da Italo Rota, e il CreativeSet, progettato da Antonio Citterio. Nel primo, interamente realizzato in legno, si svolgono eventi, conferenze, e performance. Il secondo è destinato a mostre temporanee ed eventi dedicati alla promozione e valorizzazione del design contemporaneo

Civico Museo di Storia Naturale

Hvað á að gera í Mílanó

Il Museo Civico di Storia Naturale di Milano fu fondato nel 1838 ed è uno dei più importanti musei naturalistici d'Europa. È parte del Polo Musei Scientifici del Settore Musei del Comune di Milano. Il museo è costituito da 23 saloni d'esposizione distribuiti su circa 5.500 m², articolati su due piani e un sottotetto, e preserva quasi tre milioni di pezzi. Possiede inoltre un centinio di diorami d'Italia che costituiscono la maggiore esposizione in Italia.

The Museo Civico di Storia Naturale di Milano (Milan Natural History Museum) was founded in 1838 when naturalist Giuseppe de Cristoforis (1803–1837) donated his collections to the city of Milan, Italy. Its first director was Giorgio Jan (1791–1866).

The Milan Natural History Museum is located within a 19th-century building in the Indro Montanelli Garden, near the historic city gate of Porta Venezia. The structure was built between 1888 and 1893 in Neo-Romanesque style with Gothic elements.

The museum is divided into five different permanent sections:[1] Mineralogy (with a large collection of minerals from all over the world); Paleontology (with several fossils of dinosaurs and other prehistoric organisms); Natural History of Man (dedicated to the origins and evolution of humans with a particular attention to the relationship of the latter with the environment); Invertebrate Zoology (dedicated to mollusks, arthropods and entomology); and Vertebrate Zoology (dedicated to vertebrates, both exotic and European).

The museum also exhibits the largest Italian collection of full size dioramas (over 100) that allow visitors to observe some peculiar aspects of various ecosystems

Quartiere Via Sarpi (China Town - China Town District

Hvað á að gera í Mílanó

La massiccia presenza cinese, unita ai tipici ideogrammi per le strade, conferisce al quartiere un'identità molto forte. All'interno di Chinatown si possono distinguere delle sotto-aree tipiche della zonizzazione presente nelle città cinesi. In particolare, la parte lungo via Paolo Sarpi e via Antonio Rosmini è specializzata in negozi di tecnologia, in abbigliamento al dettaglio e nell'alimentare (è presente pure un centro commerciale); quella lungo via Messina in parrucchieri e servizi per il corpo; quella lungo via Bramante in abbigliamento all'ingrosso. Per l'Expo del 2015, è stato pure inaugurato un hotel cinese, nel cuore del quartiere, tra le vie Rosmini e Sarpi.

Particolarmente suggestiva è la ricorrenza del capodanno cinese, durante il quale una coppia di draghi sfila per la via principale del quartiere (via Paolo Sarpi), addobbata per l'occasione. Il corteo si snoda da piazza Antonio Gramsci, all'estremità occidentale del quartiere, preceduto da danze e rulli di tamburi, e attira una folla di curiosi provenienti da ogni parte della città. Recentemente, inoltre, è stato promosso, sempre in piazza Gramsci, il China Film Festival, una rassegna all'aperto di film in lingua cinese sottotitolati in italiano.

Nel quartiere si trovano alcuni tra i migliori ristoranti cinesi della città, che offrono soprattutto l'autentica cucina cinese dello Zhejiang. Recentemente hanno cominciato a fare la loro comparsa anche ristoranti specializzati in cucina del Sichuan, di Pechino e in hot pot. Si tratta di cucine molto diverse rispetto a quella dello Zhejiang, di norma quella più comune in Italia. In questi ultimi anni, anche per le recensioni delle più recenti guide turistiche, sta crescendo l'interesse turistico legato sia alla scoperta di una nuova forma di ristorazione cinese, sia alla possibilità di uno shopping di tipo diverso, più contenuto nei prezzi e più eccentrico.

Quartiere Moscova - Moscova District

Hvað á að gera í Mílanó

Quartiere Porta Vittoria - Porta Vittoria Distict

Hvað á að gera í Mílanó

Tortona District

Hvað á að gera í Mílanó

Tram Ristorante ATMosfera - Restaurant/Tram ''ATMosfera''

Hvað á að gera í Mílanó
ATMosfera: eleganza, gusto e tradizione 
Nella meravigliosa cornice del Castello Sforzesco, ATM propone un itinerario speciale, in cui al piacere del palato si unisce la bellezza di viaggiare nel cuore di Milano. 
Si chiamano ATMosfera i due tram storici, primi ristoranti itineranti in Italia. 

Fondazione Prada

Hvað á að gera í Mílanó

La Fondazione Prada,  è un'istituzione dedicata all'arte contemporanea e alla cultura. Dal 1993 al 2010, la Fondazione ha organizzato 24 mostre personali presso i suoi spazi espositivi di Milano, concepiti come dialoghi con artisti contemporanei di fama. Nel 2015, la Fondazione Prada ha aperto un nuovo impianto permanente a Milano.

Fondazione Prada is an institution dedicated to contemporary art and culture. From 1993 to 2010, the Fondazione has organised 24 solo shows at its exhibition spaces in Milan, conceived as dialogues with acclaimed contemporary artists. In 2015, the Fondazione Prada opened a new, permanent facility in Milan.

Armani Silos

Hvað á að gera í Mílanó

L'Armani/Silos è uno spazio espositivo milanese situato in via Bergognone, che illustra l'esperienza professionale dello stilista Giorgio Armani. Inaugurato nel 2015 su idea dello stesso Armani che ne ha seguito anche il progetto, sorge nel luogo dove originariamente si trovava un deposito di granaglie di una grande industria multinazionale. La mostra di apertura, che si articola su tutti e quattro i piani, è un excursus sui 40 anni di lavoro dello stilista e comprende 600 abiti e 200 accessori, dal 1980 a oggi, delle collezioni Giorgio Armani. La selezione è suddivisa secondo alcuni temi che hanno ispirato e che continuano a ispirare il lavoro creativo dello stilista.

Armani/Silos ia a fashion art museum in Milan dedicated to the Armani style.The exhibition space was opened in 2015 and is a living, open-to-the-public space illustrating Giorgio Armani’s professional experience, revealing a rich heritage of unique know-how: a space in which to design the future, a showcase of new attitudes and lifestyles that capture changing times and cultures. Armani/Silos, located at Via Bergognone 40, is in what was originally the granary of a major international company. ‘I decided to call it Silos because this building used to store food, which is, of course, essential for life. For me, just as much as food, clothes are also a part of life,’ explains Giorgio Armani. Following the renovation, the building, constructed in 1950, measures around 4,500 square metres on four levels. The designer conceived and oversaw the renovation project himself.

Milano Teatro, Musical e Varietà - Milan Theatre Scene

Hvað á að gera í Mílanó
Milano è una metropoli con una scelta teatrale eccezionale. Si varia dalle opere liriche del teatro la Scala ai Musical, alle commedie e tanto altro ancora con palizzestri che coprono tutto quanto l'anno!

Basilica di Sant'Ambrogio

Hvað á að gera í Mílanó

La basilica di Sant'Ambrogio, il cui nome completo è basilica romana minore collegiata abbaziale prepositurale di Sant'Ambrogio, è una delle più antiche chiese di Milano e si trova in piazza Sant'Ambrogio. Essa rappresenta ad oggi non solo un monumento dell'epoca paleocristiana e medioevale, ma anche un punto fondamentale della storia milanese e della chiesa ambrosiana. Essa è tradizionalmente considerata la seconda chiesa per importanza della città di Milano.

The Basilica of Sant'Ambrogio (official name: Basilica romana minore collegiata abbaziale prepositurale di Sant'Ambrogio[1]) is a church in Milan, northern Italy. One of the most ancient churches in Milan, it was built by St. Ambrose in 379–386, in an area where numerous martyrs of the Roman persecutions had been buried. The first name of the church was in fact Basilica Martyrum.

Villa Necchi Campiglio

Hvað á að gera í Mílanó

Villa Necchi Campiglio è una dimora storica (casa museo) che fa parte del circuito delle "Case museo di Milano".

Situata in via Mozart 14, fu costruita tra il 1932 e il 1935 come casa unifamiliare indipendente su progetto da Piero Portaluppi, uno dei più grandi architetti italiani di quel periodo, ed è circondata da un ampio giardino con campo da tennis e piscina, la seconda piscina (dal punto di vista cronologico) di Milano dopo quella municipale, e la prima ad essere realizzata su un terreno privato.  Fra le personalità che vi sono state ospitate figura Enrico d'Assiascenografo per il Teatro alla Scala, veniva alloggiato durante i suoi soggiorni nel capoluogo lombardo in una stanza denominata in suo onore Camera del principe. Esisteva anche la "Camera della principessa", riservata alla principessa Maria Gabriella di Savoia, grande amica delle sorelle Necchi.Villa Necchi Campiglio is a historical residence (House Museum) which is part of the "Case of Milan museum circuit."

Located in Via Mozart 14, it was built between 1932 and 1935 as a single-family detached house designed by Piero Portaluppi, one of the greatest Italian architects of the period, and is surrounded by a large garden with tennis court and swimming pool, the second pool (from chronological point of view) of Milan after the municipal, and the first to be built on private land. Among the personalities who will be hosts Figure Enrico D’Assia: production designer for the Teatro alla Scala, was housed during his stays in Milan in a room named in honor of Prince Room. There was also the "princess room" reserved to the Princess Maria Gabriella of Savoy, a great friend of Necchi sisters.

Santa Maria della Grazie

Hvað á að gera í Mílanó

La chiesa di Santa Maria delle Grazie è una basilica e santuario situata a Milano, appartenente all'Ordine Domenicano e facente capo alla parrocchia di San Vittore al Corpo. L'architettura della tribuna, edificata fra il 1492 e il 1493 per volere del Duca di Milano Ludovico il Moro come mausoleo per la propria famiglia, costituisce una delle più alte realizzazioni del Rinascimento nell'Italia settentrionale.

Fu il secondo sito italiano dopo le incisioni rupestri in Valcamonica a essere classificato come patrimonio dell'umanità dall'Unesco, insieme con l'affresco del Cenacolo di Leonardo da Vinci che si trova nel refettorio del convento (di proprietà del Comune di Milano).

("Holy Mary of Grace") is a church and Dominican convent in Milan, northern Italy, included in the UNESCO World Heritage sites list. The church contains the mural of The Last Supper by Leonardo da Vinci, which is in the refectory of the convent.

Nowadays the Sacrestia vecchia, or the Old Sacristy, designed and constructed by Donato Bramante, is the seat of a Dominican Cultural Centre (Centro Culturale alle Grazie), in which the brethren organize and host conferences on various themes pertaining to spirituality, philosophy, art, literature and sociology, in addition to musical concerts and artistic exhibitions.

UniCredit Pavilion

Hvað á að gera í Mílanó

L'Unicredit Pavilion è uno spazio polifunzionale di proprietà Unicredit. Concepito come un ideale seme posto al confine tra piazza Gae Aulenti e i Giardini di Porta Nuova è composto da un nucleo in cemento armato e uno scheletro di legno con nessuna colonna all'interno. La sua funzione è prevalentemente quella di luogo per conferenze, congressi, concerti, esposizioni, performance e seminari.

The Unicredit Pavilion is a multifunctional space owned by Unicredit. Conceived as an ideal place seed on the border between Piazza Gae Aulenti and the Giardini di Porta Nuova is composed of a reinforced concrete core and a wooden skeleton with no columns inside. Its function is mainly that of venue for conferences, congresses, concerts, exhibitions, performances and seminars

Stadio Meazza (San Siro) - San Siro Stadium

Hvað á að gera í Mílanó

Lo stadio Giuseppe Meazza, noto anche come stadio San Siro o semplicemente come San Siro dal quartiere in cui è ubicato, è un impianto calcistico di Milano. Di proprietà del comune milanese ospita le gare interne di Inter e Milan.

Soprannominato la Scala del calcio[2] o il Tempio del calcio, è uno degli stadi più conosciuti a livello internazionale, oltre ad essere il più capiente d'Italia, potendo ospitare 80 018 spettatori. È stato inserito al secondo posto nella classifica degli stadi più belli del mondo redatta dal prestigioso quotidiano britannico The Times nel 2009[3][4]. Inoltre, secondo i risultati di un'analisi condotta da Camera di commercio e Università degli Studi di Milano nel 2014, San Siro rappresenta uno dei massimi simboli della città dopo il Duomo e la Triennale[5]

The Stadio Giuseppe Meazza (Italian pronunciation: [dʒuˈzɛppe meˈattsa]), commonly known as San Siro, is a football stadium in the San Siro district of Milan, Italy, which is the home of A.C. Milan and Inter. It has a seating capacity of 80,018, making it one of the largest stadiums in Europe, and the largest in Italy.

On 3 March 1980, the stadium was named in honour of Giuseppe Meazza, the two-time World Cup winner (19341938) who played for Inter and briefly for Milan in the 1920s, 1930s and 1940s.[3]

The San Siro is a UEFA category four stadium. It hosted six games at the 1990 FIFA World Cup and four European Cup finals, in 196519702001 and 2016.[4]

Albero della Vita (Expo) - The Tree of Life (Expo)

Hvað á að gera í Mílanó

L’Albero della Vita, all'interno di Expo 2015, è stato il simbolo del Padiglione Italia. L'albero alto 37 metri è costituito di acciaio e legno, ed è situato al centro della Lake Arena.

Seppure terminato l'evento Expo 2015 nel 31 ottobre 2015, l'Albero della Vita rimane tuttora nella stessa collocazione a causa delle evidenti difficoltà logistiche e dei costi elevati richiesti da un eventuale smontaggio e trasferimento in altro luogo[1]. Attualmente (2017) è situato nel parco Experience.

Nato da un'idea del direttore artistico del Padiglione Italia Marco Balich[2] e progettato dallo studio Giòforma, è stato finanziato e realizzato dal Consorzio Orgoglio Brescia, costituito da 19 imprese bresciane[3].

L'opera rappresenta, al contempo, scultura, installazione, edificio e monumento, con chiari rimandi al Rinascimento Italiano[2] e alla struttura pavimentale di piazza del Campidoglio a Roma creata da Michelangelo nel XVI secolo.

Durante il giorno e la notte di Expo 2015 l'Albero della vita è stato protagonista e ricco di spettacoli di luce e acqua, accompagnati da musiche iconiche della cultura italiana. Compositore delle musiche originali dell’Albero della vita (Tree of Life Suite) è Roberto Cacciapaglia [4].

Nei sei mesi di Expo sono state 14 milioni le persone che assistettero agli spettacoli dell'Albero della vita, i due terzi dei visitatori totali
 

fiera del mobile - Forniture's Fair

Hvað á að gera í Mílanó

Il Salone Internazionale del Mobile, si svolge annualmente in aprile durante la Settimana del Design presso la Fiera di Milano a Rho. Inizialmente era organizzato nell'area della fiera campionaria ma dal 2005 ha seguito il trasferimento delle attività fieristiche alla nuova sede realizzata dall'architetto italiano Massimiliano Fuksas. L'ultimo giorno dell'evento (la domenica) il salone è aperto anche ai visitatori generici

L'evento più importante correlato è il Fuorisalone[4] L'afflusso di visitatori al Salone del Mobile è anche condizionato da un'altra fiera "inglobata" nella settimana dei Saloni, la biennale Euroluce.[5]

All'evento partecipano aziende produttrici di sedute e mobili per la casa (interno ed esterno), elettrodomestici e materiali (sia di rivestimento sia strutturali). Sono presenti anche concept e prototipi e studi sulle nuove tecnologie, ma anche esercizi di stile e performance di designer famosi ed emergenti.

Durante il Salone del Mobile si svolge il concorso Young e Design.

The Milan Furniture Fair (ItalianSalone Internazionale del Mobile di Milano) is a furniture fair held annually in Milan. It is the largest trade fair of its kind in the world. The exhibition showcases the latest in furniture and design from countries around the world. It is considered a leading venue for the display of new products by designers of furniture, lighting and other home furnishings. The show, also known as "Salone", "Milano Salone" and "Milan Design Week," is held every year, usually in April, in the FieraMilano complex in the Milan metropolitan area town of Rho.

Mercatini di Natale

Hvað á að gera í Mílanó

Aperitivo milanese - Happy hour in Milan

Hvað á að gera í Mílanó
Economico, cheap, barato, pas cher. L’aperitivo milanese mette tutti d’accordo e lascia il segno. Turisti e milanesi stessi concordano: l’aperitivo è la forma più genuina ed economica per scoprire una piccola parte della cucina italiana. Proprio così, perché all’interno dei locali che offrono il rinomato “Aperitivo Milanese”, troverete un’ampia gamma di cibi (tavola calda e tavola fredda con pizza, verdure grigliate, salumi, formaggi, pasta, panini, patate, dolci e frutta in alcuni casi) e bevande (principalmente cocktail).

Via Dante - Dante Street

Hvað á að gera í Mílanó
Via Dante è la via di collegamento tra il Duomo e Castello sforzesco. Si trovano diversi ristoranti, negozi, artiesti di strada e il Teatro Piccolo.

Terme Milano (Porta Romana)

Hvað á að gera í Mílanó
Le terme di Milano sono antiche terme di epoca romana riadattate ai nostri tempi moderni. L'Hotel Vittoria offre il 20% di sconto a tutti i nostri clienti. Per informazioni chiedere alla reception.

Idroscalo (Lago) - Lake Idroscalo

Hvað á að gera í Mílanó

l'Idroscalo è, a tutti gli effetti, un'importante componente del sistema dei parchi milanesi. Dopo essere stato molto sponsorizzato da una nota società sportiva che lo attrezzò con panchine, aree pic-nic e zone sportive di ogni genere (oltre a quelle già esistenti), è ora di proprietà della città metropolitana di Milano, che lo ha ereditato dalla preesistente provincia di Milano.

Il parco è stato migliorato ulteriormente munendolo di un servizio di vigilanza e organizzando spettacoli di ogni genere (la maggior parte di questi gratuiti) per intrattenere e far scoprire ai suoi cittadini questo posto che oggi viene definito "il mare dei milanesi".

Presso l'idroscalo, il comune di Milano e la società Live organizza numerosi eventi, festival e concerti. I festival più importanti svolti all'idroscalo sono il Gods of Metal, l'Evolution Festival, il Rock In Idro, il Mi Ami Festival e l'Aquabike Music Festival.

 

The Idroscalo is an artificial lake in MilanItaly that was originally constructed as a seaplane airport. It opened on 28 October 1930,[1] in the heyday of seaplanes. When the use of seaplanes for passenger transport declined it became a recreational and sport facility.

The lake is 2,600 m (8,500 ft) long and was constructed in the late 1920s. Its width ranges from 250 m (820 ft) to 400 m (1,300 ft) and depth from 3 m (9.8 ft) to 5 m (16 ft). It is situated between the municipalities of Segrate and Peschiera Borromeo, just within Milan's city limits and near Linate Airport.

Arco della Pace - Arch of Peace

Hvað á að gera í Mílanó
L'Arco della Pace è un arco trionfale di Milano situato all'inizio di corso Sempione. Dedicato alla pace tra le nazioni europee raggiunta nel 1815 con il congresso di Vienna, fu inaugurato il 10 settembre 1838 con una fastosa cerimonia presieduta dall'appena incoronato imperatore Ferdinando I d'Austria.[1] L'Arco della Pace rappresenta uno dei maggiori monumenti neoclassici di Milano
 

Der Arco della Pace (Friedensbogen) ist ein Triumphbogen auf der Piazza Sempione im Bereich des Castello Sforzesco in Mailand. Bereits 1806 war zum Einzug von Eugène de Beauharnais, dem Vizekönig Napoleons, ein hölzerner Ehrenbogen aufgestellt worden.[1] Ein Nachfolger aus Stein, in klassizistischem Stil nach dem Vorbild römischer Triumphbögen erbaut, wurde 1807 begonnen und 1838 fertiggestellt. Er sollte zunächst an den Ruhm Napoleons und dann an den Europäischen Frieden von 1815 erinnern.